Dibattito

Da nuovi equilibri nell’economia internazionale a una vera Unione Europea

Dibattito in occasione della Presentazione del volume di Alberto Santa Maria Diritto commerciale europeo

  • Matteo Bicocchi
  • 13 Gen 2017
  •   Commenti disabilitati su Da nuovi equilibri nell’economia internazionale a una vera Unione Europea


  • 30 gennaio 2009
    16:00

Il libro del Prof Alberto Santa Maria, giunto alla terza, innovativa, edizione in lingua italiana, analizza gli effetti della globalizzazione nei riguardi di società e imprese. A fronte dell’estensione raggiunta dalla regolamentazione internazionale del commercio con il sistema della WTO/ GATT 1994 – che vede l’applicazione dei principi del libero mercato, oltre che alle merci, ai servizi e l’ingresso della Cina fra i ben 153 Stati membri- si pongono le sempre più gravi carenze nella disciplina internazionale dell’economia che vede il tramonto degli Accordi di Bretton Woods e la mancanza di qualsiasi regola nella determinazione dei rapporti di cambia persino fra le principali monete.

Nel corso della sua approfondita analisi, dopo lo studio sull’ampio livello di integrazione raggiunto dal diritto europeo delle società, il libro svela le complesse (inter)relazioni esistenti tra una moltitudine di fattori macroeconomici, tutti con profondi riflessi di ordine giuridico sulla vita delle imprese, tra i quali:
– l’impatto della globalizzazione sui mercati economici e finanziari e l’accresciuto ruolo degli Stati nell’economia internazionale;
– il doppio sistema (zona “euro”e zona “non euro”) e le conseguenti distorsioni alla concorrenza;
– la mancanza di poteri politici dell’ “eurosistema”;
– il meccanismo di risoluzione delle controversie commerciali Ora Stati) all’interno della WTO;
– gli strumenti europei a tutela delle distorsioni, in particolare, nei confronti degli Stati Uniti e della Cina, in attuazione delle regole internazionali del GATT 1994;
– il ridimensionamento dei vantaggi di cui godono legittimamente le imprese multinazionali;
– la delocalizzazione della produzione; l’inversione dei flussi di liquidità e ifondi sovrani;
– la cooperazione internazionale contro corruzione, inquinamento, reati finanziari, riciclaggio e terrorismo;
– il ruolo delle banche e la vigilanza dei gruppi bancari, ai vari livelli;
– la responsabilità sociale delle imprese e i codici di condotta;
– l’incidenza della globalizzazione sulla disciplina della concorrenza;
– l’esigenza di un maggior rispetto dei diritti delle imprese inquisite.

In relazione all’Unione Europea, secondo lìáutore, l’evoluzione dell’economia internazionale, a fronte di una presunta completa realizzazione del mercato “unico”- caratterizzato dalla piena attuazione delle quattro libertà fondamentali e dal complesso sistema regolatorio della concorrenza, ma con un “eurosistema” con poteri limitati- richiede un progressivo quanto sostanziale salto di qualità con la creazione di una vera unione di Stati europei basata sul principio irrinunciabile della divisione dei poteri, con il necessario ridimensionamento nel tempo del ruolo della Commissione.

Luogo

Palazzo Incontri

via dei Pucci 1

50122 Firenze

Documenti associati (1)

Design and Development by Open Lab