Presentazione del volume

La Banca Centrale Europea di Chiara Zilioli e Martin Selmayr (Giuffrè, 2007)

In collaborazione con Fondazione la Toscana e il Mezzogiorno d'Italia e d'Europa

  • Matteo Bicocchi
  • 16 Gen 2017
  •   Commenti disabilitati su La Banca Centrale Europea di Chiara Zilioli e Martin Selmayr (Giuffrè, 2007)


  • 1 febbraio 2008
    16:30

A partire dal 1999, molti Stati dell’Unione europea hanno trasferito la responsabilità per la politica monetaria alla Banca centrale europea (BCE), Si sono così modificati in modo sostanziale i parametri economici e le strutture giuridiche esistenti in precedenza: così come la moneta unica, la BCE è una creazione del diritto, più esattamente del diritto comunitario. La BCE è la prima banca centrale ad essere istituita e completamente regolamentata da norme sopranazionali.

Quest’opera, scritta tra il 1999 e il 2001 e pubblicata allora in inglese, presenta un’analisi approfondita di questa organizzazione molto particolare, la BCE, delle sue procedure decisionali e degli atti giuridici che essa adotta, del suo rapporto con le istituzioni della Comunità, con le banche centrali nazionali e con le organizzazioni internazionali, con l’obiettivo di favorire una migliore comprensione, da parte della dottrina e dei pratici del diritto, delle funzioni e dei compiti della BCE. Grazie al suo approccio pratico e alla conoscenza specialistica dei suoi autori, questo libro è senza dubbio una delle pietre miliari dell’analisi giuridica del diritto monetario.

Quest’opera, pubblicata ora per la prima volta in italiano, contiene inoltre una interessante novità, la “Parte sesta’§ aggiunta dagli autori. Questo nuovo capitolo esamina i primi anni di vita della Banca centrale europea, gli sviluppi legislativi, giurisprudenziali e nelle relazioni internazionali che hanno avuto un impatto sulla politica monetaria della Comunità. Ci si propone così di offrire ai lettori un’analisi precisa ed aggiornata, in cui le tesi iniziali sono state rivisitate, confermate e cesellate. Grazie a questo ultimo capitolo l’opera acquista un interesse ancora maggiore, dato che l’analisi iniziale, che beneficia del controllo dell’esperienza, risulta così ancora rafforzata.

Luogo

Palazzo Incontri

via dei Pucci 1

50122 Firenze

Documenti associati (1)

Design and Development by Open Lab